Prendete  i più Santi fra voi e spargeteli: briciole di lievito in masse di farina; spargeteli: verità fra la menzogna; spargeteli: luce nelle tenebre create ad arte dai servi di Satana per ordine del loro re; spargeteli: amore là dove l’odio impera. [..] Molto vi è da innovare se volete salvare.

Non state ancorati, incrostati sulle consuetudini che si sono formate nei secoli, ma che non sono quelle che Io ho date ai miei Apostoli e discepoli, e che il Paraclito ha continuato a consigliare alla Chiesa nascente per aiutarne lo sviluppo.

Il mondo si evolve. Non in bene. Ma si evolve.

Non può la Chiesa stare statica, ma deve,

non già adattarsi alla mala evoluzione del mondo,

trasformarsi per essere atta a fronteggiare la mala evoluzione del mondo

e porvi riparo.

Solo nel dogma e nella dottrina deve rimanere immutabile.

Nei mezzi di esercitare il suo ministero deve adeguarsi alle esigenze del tempo in cui si trova. In tempi di turbamento e di azione anticristiana non è sufficiente più ciò che era sufficiente in tempi di fede, di pace, di reverenziale amore a Dio e alla sua Chiesa. [..]

L’essenziale è che il popolo torni a Me.

Gesù a Maria Valtorta

Antonio Socci

– I giorni della tempesta –