Per questo: Cristo nonostante tutto!

Cristo nonostante me stesso, e questi miei quotidiani tradimenti, e le mie debolezze, e l’avversione alla Sua parola imperiosa e assoluta:

‘Se un tuo occhio ti scandalizza, cavalo; se un braccio ti scandalizza, taglialo; e non sappia la tua sinistra quello che fa la tua destra; e se vuoi salvarti, bisogna che ti perda!’.

Eppure Tu così umano, così mite e paziente e disarmato! Amico dei fanciulli e delle prostitute; amico di adulteri e pubblicani; dolce e bello fino alla seduzione; e poi invece grondante sangue fino a irrorare la terra; e poi un grumo di sangue e gemiti innalzato sul mondo; un miracolo d’impotenza e di divino silenzio ….

E questa croce, questa Sua croce piantata nel centro della vita: questo sbattere sempre contro il sistema, questo dover essere sempre nel mondo senza essere del mondo! E stare coi poveri e gli ultimi; dover scegliere sempre la parte di coloro che non contano.

E perdere, sempre perdere!

E ragionare giorno e notte per dire alla fine che non c’è che credere; che le filosofie non bastano; ragionare solo per dimostrare che la ragione non dimostra niente! E che la scienza da sola alla fine ti porta alla morte, alla tua distruzione, senza neppure la possibilità di tornare indietro.

E che le politiche, queste politiche di potenza e di prestigio non salvano nessuno, nemmeno coloro che sono i capi e i protagonisti.

Cristo, nonostante i cristiani!

[..]

Cristo, nonostante i cristiani: gente che ha fatto di lui il suo ‘alibi’, l’attaccapanni di tutte le proprie viltà.

Se c’è gente che ha reso ‘odiabile’ il Suo nome, siamo noi, con le nostre grettezze e con i nostri interessi: gli affari che abbiamo combinato in nome di Cristo! Noi con le nostre ‘morali’ e queste teologie!

[..]

Cristo, dunque, nonostante i teologi e i preti e la chiesa (mia chiesa: chiesa che sono io stesso, che siamo tutti, con i nostri peccati; umanità sempre al limitare della foresta e pur con la speranza e il proposito di convertirsi!

Mia chiesa in cui io credo, io credo, Signore!

Anzi, chiesa Tua, o Cristo, per la quale Tu e tutti i poveri della terra e tutti i santi e i giusti che soccombono continuate a dare il vostro sangue!).

[..]

David Maria Turoldo

– Pregare ‘ forse il discorso più urgente’ –

Edito Servitium