Ieri è uscito nelle librerie e mi è stato regalato, l’ultimo libro, anzi romanzo,di Socci.

Non lo volevo.

Confesso di essere prevenuta senza motivazioni sulle rivelazioni della mistica Valtorta e non mi interessava la trama.

Mi è stato regalato comunque.

Oggi ho iniziato a sfogliarlo, per curiosità e non altro e purtroppo è molto avvincente e so già che non andrò a dormire senza averlo terminato. Intanto anticipo la trama dalle quarte di copertina.

Dovrò rimandare di un giorno ‘Il pane quotidiano’ di Thibon tanto atteso. Decisamente due generi diversi :)

 

Maggio 2015. In una chiesa di Roma un uomo bisbiglia in confessionale un atroce peccato e poco dopo viene assassinato. La vittima è un prete che ha sottratto un fascicolo segreto dagli archivi vaticani. Cosa conteneva di tanto prezioso? Sono le lettere di una straordinaria mistica novecentesca, Maria Valtorta, che nel 1949, su richiesta del Vaticano, indicò una catacomba romana come il vero luogo del sepolcro di San Pietro, smentendo la tesi di coloro che lo collocano sotto la basilica vaticana. Si tratta di una questione di enorme importanza: sulla presenza e il martirio dell’apostolo a Roma si fondano il primato del Papa e la stessa gerarchia della Chiesa cattolica.

Don Michele viene incaricato ufficiosamente di indagare per capire se altri scritti della mistica rivelino il luogo esatto della sepoltura. Intanto contro la Chiesa si scatena una vera e propria persecuzione e, mentre il mondo si trova sull’orlo di immani sciagure, papa Bonifacio X muore.

Don Michele, con l’aiuto di alcuni amici, ritrova i quaderni della Valtorta: contengono rivelazioni esplosive grazie a cui è forse possibile risalire all’ubicazione del sepolcro di Pietro, e persino ritrovarne il corpo. Comincia così una corsa contro il tempo, prima che inizi il Conclave e venga perpetrato un colpo di mano. Gli sviluppi di questa missione possono salvare la Chiesa dal suicidio e il mondo da una catastrofica autodistruzione…

In questo romanzo appassionante, basato su documenti reali, Antonio Socci ci conduce alla riscoperta della straordinaria figura di Maria Valtorta e traccia un filo rosso tra le origini del cristianesimo e il nostro fosco presente.

26 maggio 2015.

Il Papa è appena morto.

Una rivelazione fa tremare il Vaticano : sotto la basilica di san Pietro non ci sono né la tomba, né il corpo dell’apostolo, come si è creduto per secoli.

Alla vigilia del Conclave, il giallo di un omicidio si intreccia al ciclone che investe la Chiesa, perseguitata come duemila anni fa.

‘L’Avversario sta iniziando il suo lavoro di distruzione della terza parte delle stelle del cielo.

La mia Chiesa non sarà colpita che dalla Chiesa.

Ogni altro nemico sarà vinto da Me’.

–          Dal Dettato di Gesù a Maria Valtorta –

Advertisements