Come gli angeli volare

eternamente

immobili dentro il Tuo gorgo

e contemplare i Tuoi occhi.

Ancor più, ancor più e sempre,

o Dio, o Amato,

in ogni cosa piacerTi!

Sensi di fanciullo Ti chiedo,

di farmi interiore e mite,

e taciturno nella Tua pace.

E di possedere un cuore chiaro.

David Maria Turoldo