Cuore mio, non dire:
sono troppo povero,
donati coraggiosamente.
Non dire: sono troppo debole, lanciati in avanti.
Non dire: sono troppo piccolo, ergiti in tutta la tua statura.

Anima mia,
se il fardello è troppo grande,
pensa agli altri: se tu rallenti, essi si fermano;
se tu ti stanchi, essi desistono;
se tu ti siedi, essi si coricano;
se tu dubiti, essi disperano;
se tu critichi, essi demoliscono.
Ma…
se tu cammini, essi corrono;
se tu corri, essi volano;
se porgi loro la mano,
essi t’aiutano e ti sostengono;
se ti prendi cura di loro, essi ti amano.
Prega con loro e in nome loro,
essi ti divinizzeranno;
rischia la tua vita
e mangia la tua morte
essi vivranno e tu rivivrai!

P. MONIER