Gesù, fra indicibili dolori, pende dalla croce.

Un’immagine terribile da far tacere ogni voce – eppure,

la Passione di Gesù è stata esaltata e celebrata attraverso i  secoli.

Che cosa ha dato tanta bellezza al Signore crocifisso?

L’amore! Fu l’amore a far risplendere tanto mirabilmente questa sofferenza insondabile.

Il Golgota, dove si concentrò tutta la sofferenza dello spirito,

dell’anima e del corpo, divenne il luogo della più grande rivelazione dell’amore di Gesù benché qui cospirassero tutte le forze delle tenebre.

Davanti a tutto quell’impeto di odio la Sua risposta fu quella di lasciarsi ferire corpo, anima e spirito, offrendo la vita alla morte senza alcuna reazione. Nella sofferenza aveva vinto l’amore, l’odio si scontrò mortalmente contro l’amore e Gesù potè esclamare:

‘Tutto è compiuto!’.

Ora Gesù ti chiede: Vuoi che Io ottenga questa vittoria anche nella tua vita?

Io ti ho redento, affinchè tu rifletta il Mio amore, l’amore che è più grande di tutto, trionfando anche sulle potenze dell’odio e del male.

Credi alla Mia redenzione!

Luca 23,32-34 – Giovanni 15,13 – 1Giovanni 4,11

M. Basilea Schlink

Crocifisso a s. Antimo (Si)