‘Ho sognato

che Dio mi stava salutando.

Non aveva il viso truce di chi è pronto a rimproverare.

Aveva il sorriso aperto e lo sguardo innamorato.

Ho sognato

che Dio si avvicinava a me.

Io avevo paura della Sua grandezza,

eppure Lui si rimpiccioliva, si faceva uomo.

Ho sognato

che Dio mi stava abbracciando-

Io non sapevo che fare,

ma Lui non stringeva troppo,

bensì trasmetteva calore e passione.

Ho sognato

che Dio mi stava indicando la strada

con una lacrima accompagnava

la visione di un sentiero impervio;

ma la Sua mano continuava a comunicare fiducia.

Ho sognato

che Dio mi sollevava

tutte le volte che stavo cadendo,

senza rancore.

Ho sognato

di addormentarmi stanco e sfinito,

ritrovandomi al risveglio più lontano,

portato in braccio dal mio Dio.

Mi sono svegliato

e Suo Figlio mi ha detto

che Dio è proprio così.’